domenica 27 febbraio 2011

Riposa in pace Caro Vecchio 1912

risultati e classifica 25^ giornata

Gubbio Como 1-1
Hellas Verona Ravenna 4-2
Lumezzane Bassano Virtus rinviata
Paganese Reggiana 2-0
Pavia Monza 1-0
Pergocrema Spezia 2-2
Salernitana Spal 3-0
Sorrento Alessandria 4-3
SudTirol Cremonese 1-1

CLASSIFICA:
1 Gubbio 52
2 Sorrento 44
3 Salernitana 38
4 Alessandria 37
5 Bassano Virtus 36
6 Hellas Verona 35
7 Lumezzane 33
8 Spal 33
9 Ravenna 33
10 Spezia 32
11 Reggiana 32
12 Cremonese 31
13 Como 29
14 Pavia 28
15 Pergocrema 27
16 SudTirol 27
17 Monza 19
18 Paganese 19

Rassegna stampa: articolo da il Giorno

sabato 26 febbraio 2011

1912 INFORMA:


Con questo post vogliamo mettere a conoscenza i nostri lettori che, come preannuciato, le domande agli amministratori locali raccolte nella sezione commenti di "VOGLIAMO RISPOSTE" sono state recapitate, effettuando una semplice operazione di copia/incolla, ai più autorevoli e di provata fede biancorossa giornalisti sportivi della stampa monzese.
Più di così, noi tifosi come voi e non giornalisti, non possiamo fare.

Team Millenovecentododici

giovedì 24 febbraio 2011

Ultras Pavia

Il tifo organizzato a Pavia nasce negli anni 70, i primi ad entrare in scena sugli spalti del "Fortunati" di Pavia furono i "Fedelissimi", più che un gruppo Ultras rappresentava un club di tifosi. I primi nuclei di tifo organizzato vero e proprio nascono nel 1978 con i gruppi "Vivai Ultras" e "Commando Ultrà". All'inizio degli anni 80 il comando della curva passa ai "Forever Fighters", un gruppo massiccio e compatto che da vita al periodo d'oro del movimento Ultras nella città lombarda. Nel 1981 i "Fighters" vengono affiancati dal nuovo gruppo degli "Indians Rebels" che con il passare del tempo conquista il controllo della curva, altri gruppi degni di nota di quel periodo erano "Gioventù Azzurra", "White Blue Supporters", "Skizzati", "Flip Out". A partire dal 1992 il declino del calcio nella città pavese porta pesanti conseguenze sul tifo organizzato, gli "Indians" rimasero l'unico gruppo organizzato mentre tutti gli altri scomparvero dalla scena nel giro di poco. Dopo anni di sofferenza i tifosi del Pavia tornano a sorridere nel 2001 con il ritorno nel calcio che conta. In questi anni sull'onda dell'entusiasmo gli "Indians" vengono affiancati da numerosi gruppi: "Gruppo Lercio", "Ultras Pavia", "Centro Storico", "Sezione Scala", "Sezione Oltrepò", "Club Maschera". Gli ultimi tre anni di gestione del presidente Calisti hanno ridimensionato notevolmente l'entusiasmo della tifoseria, che non sta vivendo certo un buon momento, dovuto anche allo scioglimento del gruppo portante della curva, gli "Indians", nel 2007, a causa di una serie di denunce e diffide piovute addosso al gruppo e alla mancanza di ricambio generazionale. Attualmente i gruppi presenti al seguito del Pavia sono i "Pavia Crew 1911" nati nel 2005 e gli "Skonwolts" nati nel 2004. Tra le storiche amicizie, il vecchio gemellaggio con gli scomparsi "Ultras Ghetto" Reggio Emilia e con i "Sanitarium" della Cremonese.

forzagrigi.it

Radiocronaca Pavia-Monza

Questo è il link per ascoltare la radiocronaca della partita Pavia - Monza di Domenica prossima

http://www.ilticino.net/

Sperem in ben

martedì 22 febbraio 2011

ultimissime dal monzello

eccomi ritornato con 3 notizie che racchiudono secondo me tante spigolature ....la prima che pur essendo un allenamento facoltativo oggi tutti i giocatori si sono presentati..... sintomo di attaccamento alla maglia ?
La seconda notizia e' che mancava a questo allenamento il mister cioe' colui che dovrebbe dare l'esempio, e''incredibile tutto cio'.

Dicono che forse aveva gia' un impegno.....pero' qualunque scusa valida possa esserci ..non e' corretto ..che esempio e' per i giocatori,per i dirigenti e perche' no anche per noi tifosi che vogliamo un ALLENATORE-MOTIVATORE in grado di dare una scossa all'ambiente.
Un ultimo pensiero riguarda il fatto che hanno deciso di fare il silenzio stampa....MA FINORA HANNO MAI COMUNICATO QUALCOSA ? ciao a tutti

Dalla parte del tifoso

Commenti e opinioni sulla settimana biancorossa, scritti da un tifoso per i tifosi, sempre e comunque dalla nostra parte.

Peccato, mentre assistevo alla partita ho pensato che, nonostante gli errori di formazione di Verdelli e la papere di Westerveld ( Sander se non hai più voglia stai a casa con la famiglia ) sarei riuscito a commentare una vittoria scaccia crisi con la capolista, squadra quadrata e organizzata ma che domenica è stata ampiamente alla nostra portata e ciò non fa che accrescere i rimpianti.

Purtroppo il sogno è durato pochi minuti, fino a quando uno sciagurato intervento di Tuia, non nuovo a queste imprese, ci ha ridotti a giocare in inferiorità numerica, alla fine ci si è messa anche la terna arbitrale a negarci quel punticino che avrebbe fatto morale e aumentato il distacco dall'ultima posizione in classifica ormai vero e unico obbiettivo stagionale.

Comunque la notizia di giornata non è l'ennesima sconfitta casalinga, ma piuttosto la spaccatura fra parte dei giocatori ed il Mister o comitato tecnico che dir si voglia.
Che l'atmosfera a Monzello fosse elettrica lo si era capito già in settimana dalla lite fra Ferrario e uno degli ultimi arrivati, ma nessuno poteva immaginare che addirittura il capitano potesse esultare dopo un suo gol mandando a quel paese chi sedeva in panchina o che Ferrario distruggese, sempre come esultanza, un cartellone pubblicitario, per non parlare delle voci che riportano di una presunta lite fra Verdelli ed importanti titolari negli spogliatoi nell'intervallo della partita, che avrebbe portato lo stesso Verdelli a meno di un passo dalle dimissioni.

In questi casi così eclatanti una normale società di calcio professionistica, dopo aver ascoltato le parti avrebbe due strade da percorrere:
  • Accettare le dimissioni di Verdelli e nominare un nuovo tecnico che condivida le scelte con lo spogliatoio per compattare un gruppo allo sfascio ( ipotesi auspicata da buona parte della tifoseria).
  • Verdelli resta e i fautori della "rivolta" finiscono fuori rosa in tribuna.
Ma il Monza non è una normale squadra di calcio professionistica, è un progetto innovativo dove non importa a nessuno se la domenica si vince o si perde magari di goleada ...... intanto il tempo passa, i play out sono inevitabili (speriamo) e la C2 si avvicina, ed è a noi tifosi che tocca soffrire.

Rassegna stampa: articoli da il Giorno e il Giornale di Monza


lunedì 21 febbraio 2011

il video di Monza-Gubbio 2-3 - servizio di RAIsport

video

PURTROPPO E' ANCORA QUI....

Ciao a tutti,penso di darvi una bruttissima notizia per noi amanti del monza,ebbene si' ....da stamane alle 10,00 fino alle 14.30 tutti i giocatori erano chiusi negli spogliatoi del monzello faccia a faccia con il mister per dire la parola fine ad un amore impossibile e mai nato.....INVECE LA BEFFA FINALE e' che mister PERDELLI resta e probabilmente restera' fino a fine stagione.
Purtroppo ci tocchera' sopportarlo ancora.......

Rassegna stampa: articoli da il Giorno, La Nazione, la Gazzetta



domenica 20 febbraio 2011

Risultati e classifica 24^ giornata

Alessandria-Sudtirol 0-0
Bassano-Pavia 0-0
Como-Sorrento 3-2
Cremonese-Verona 1-2
Monza-Gubbio 2-3
Ravemma-Paganese 1-0
Reggiana-Lumezzane 0-2
Spal-Pergocrema 0-1

CLASSIFICA:

Gubbio 51
Sorrento 41
Alessandria 36
Bassano Virtus 36
Salernitana 35
Lumezzane 33
Spal 33
Ravenna 33
Hellas Verona 32
Reggiana 32
Cremonese 30
Como 28
Spezia 28
Pergocrema 25
SudTirol 25
Pavia 25
Monza 19
Paganese 16

FINALMENTE LASCIA ...?

Purtroppo abbiamo perso anche oggi,anche se a dir la verita' non meritavamo visto che LA CAPOLISTA non ha fatto nulla per vincere.
Dire che siamo incazzati tutti e' poco per come e' venuta la sconfitta ma l'unica cosa che mi puo' fare felice e' che FORSE PERDELLI RASSEGNA LE DIMISSIONI,infatti non si e' neanche presentato in sala stampa e qualcosa fa pensare che e' la volta buona.
L'unico che si e' presentato e' stato il peggiore in campo ossia Vignaroli irriconoscibile ....
che dire ,giriamo pagina anche oggi e da domenica a pavia sara' L'ULTIMA SPIAGGIA,chiunque arrivi dovra' dare carta bianca a giocatori come il capitano,come Prato,Campisi,Gambadori,Cudini..ed altri che sono gli ultimi a tirarsi indietro,,,,
PROVIAMOCI....ancora

VOGLIAMO RISPOSTE !


VUOI AVERE DELLE RISPOSTE O FARE RICHIESTE AGLI AMMINISTRATORI LOCALI, RELATIVAMENTE AL "PROGETTO" MONZA/CITTADELLA DELLO SPORT?


Scrivi le tue domande nella sottostante sezione commenti e verranno inviate alla stampa locale con la richiesta di farsi portavoce di noi tifosi presso il Comune e la Provincia.

Team blog Millenovecentododici

Rassegna stampa: articolo da il Giorno

venerdì 18 febbraio 2011

pace fatta tra Masini e gli ultras ?

dopo la partita di sorrento l'attaccante del monza Simone Masini si e' reso colpevole di gesti poco belli verso i nostri grandi ragazzi della curva arrivati fin la'.Arrivate puntualmente le scuse del giocatore ,OGGI e' arrivata la pace (per il bene del nostro monza) tra lo stesso giocatore e il capo ultra' Fausto.Per farsi perdonare il bomber dovra' da qui alla fine fare tante reti che permettano al nostro caro monza di salvarsi.

giovedì 17 febbraio 2011

Conosciamoli meglio: GUBBIO SUPPORTERS

I GUBBIO SUPPORTERS nascono nell'estate 2004/05 dall'idea di alcuni ragazzi che facevano già parte IN PRIMA PERSONA degli "ultrà gubbio 1980".La voglia di creare un gruppo proprio già era nell'aria da un paio di anni, visto che eravamo sempre noi a fare tutto per un nome che non avevamo inventato, ma lo avevamo solo ereditato e quando c'era da prendersi dei meriti erano tutti in prima linea, mentre quando succedeva qualche casino i primi ad essere cercati erano sempre le solite facce. Lo striscione GUBBIO SUPPORTERS fu fatto nel giro di pochi giorni, interamente a mano e fece il suo esordio in GUBBIO - MONTEVARCHI il 12/09/2004. Dopo un anno in cui tutti si sono riconosciuti in questo gruppo ci fu una svolta con il ritorno degli UG, ma noi decidemmo di andare avanti decisi per la nostra strada. Il gruppo è formato dall'unione di nuove leve e ragazzi che hanno anni di esperienza vissuti in curva... siamo consapevoli che all'inizio sarà dura ma siamo altrettanto sicuri di avere un grande attaccamento alla nostra città ed al nostro gruppo, cose fondamentali per inculcare quella tanto beneamata mentalità ultras a chi deciderà un giorno di unirsi a noi. Chi vivrà vedrà...

fonte: gubbiosupporters

martedì 15 febbraio 2011

Pensiero Personale

Premetto che siamo in una situazione catastrofica,con una società fantasma,un d.s con le fette di salame sugli ochhi e con una classifica che fa ancora più paura,dopo la vittoria della paganese,e con il rischio di festeggiare il centenario in c2!!però all'interno di questo tubo nero,che non sembra mai finire,io voglio vedere uno spiraglio di luce.Lo sò che per molti di voi io sia "matto",però voglio essere ottimista!Sinceramente Verdelli non è il massimo di allenatore,però tra tutti quelli che abbiamo avuto da inizio anno(de petrillo,e il duo tammaro monguzzi)mi sembra quello che ci capisce un pò di calcio,e secondo me,ci porterà alla salvezza,ovviamente passando per i play-out!e poi,forse è l'unico con un pò di esperienza che ha accettato il progetto(?) del Monza...dopo aver apezzato una lancia a favore del mister,voglio dire un piccolo pensiero al nostro caro presidente prestanome,il pesce inizia a puzzare dalla testa,e se è venuto a Monza solo per scopi personali,o per divertirsi un pochino a cercare di fare il presidente con una squadretta di provincia,beh..ha sbagliato di grosso!il problema è convincerlo an andare via,portandosi appresso tutti i suoi leccapiedi e famigliari!Mi auguro che il monza possa rimanere almeno per quest'anno(perchè l'anno prossimo vorrei vederlo in una categoria maggiore,e non minore!!!!)in lega pro,e festeggiare il centenario almeno con un pò di dignità,però la mia paura principale sarà se il prestanome dovesse andarsene,e lasciare il Monza pieno di debiti,in questo caso sarebbe meglio ripartire da zero ma senza seedorf,e festeggiare in eccellenza,o cercare di sopravvire tra c1 con lui?!
Domenica,contro il Gubbio,mi piacerebbe tanto vedere scendere in campo 11 leoni,e non una squdra comparsa o che fa le veci da agnello sacrificale.Lo so che è molto più facile la seconda ipotesi,ma mi piace credere che lotteranno per 90 minuti,più il recupero,cercando di portare a casa i 3 punti,o mal che vada anche un pareggio.Sinceramente non mi sento di dire che è una partita già segnata(anche se vedendo la classifica....),però spero tanto che "Davide possa battere Golia"....

Dalla parte del tifoso

Appunti e opinioni sulla settimana biancorossa scritti da un tifoso per i tifosi, sempre e comunque dalla nostra parte.


La situazione precipita, la squadra continua a perdere, la salvezza diretta si allontana irrimediabilmente, la Paganese, e con essa, l'ultimo posto si avvicina con un balzo, ed in questa situazione sconfortante dire " Noi lo avevamo detto" è una magra consolazione e soprattutto non serve a nulla.

In questi giorni si torna a parlare di nuove proteste e contestazioni, noi del Millenovecentododici daremo il nostro appoggio e, se richiesta, la nostra collaborazione a chiuque voglia, entro i limiti della legalità, fare qualcosa per il nostro Monza.
Siamo, però, convinti che molto difficilmente si possono ottenere risposte o anche solo l'attenzione di una società di prestanome e di investitori internazionali?? che anno come unico garante sul territorio un calciatore straniero che l'anno prossimo potrebbe giocare chissà dove.

Crediamo, invece, che le istituzioni del territorio ( comune e provincia ) primi sponsor quasi due anni orsono della famosa, poi rivelatasi famigerata, cordata e che avevano legato l'autofinanziamento del Monza al progetto denominato " cittadella dello sport", ci debbano delle risposte e, se possibile, aiuto a ragion veduta della disastrosa situazione tecnica e non della prima squadra cittadina e che porta, non ha caso, il nome della neonata provincia.

Per questi motivi all'interno del blog Millenovecentododici troverete, nei prossimi giorni ,uno spazio dove tutti potranno scrivere le loro domande e richieste agli amministratori locali e, le più significative, verranno recapitate ai rappresentanti più autorevoli della stampa sportiva monzese unitamente alla richiesta di farsi portavoce presso il Comune di Monza e la Provincia di Monza e Brianza.

Rassegna stampa: articoli da il Giorno, il Giornale di monza e il video di Raisport



video

lunedì 14 febbraio 2011

CHE SCUSA OGGI AVRA' ? parte II

eccovi accontentati ragazzi,puntuale come un'orologio svizzero e' arrivata la risposta del nostro grande mister,pensava di essere su scherzi a parte e la colpa della sconfitta e' perche' siamo troppo bassi.Quindi da mercoledi'(stanno tornando a piedi da sorrento ?) i nuovi allenamenti saranno cosi',si tireranno per i piedi almeno forse crescono un po',e poi lo sponsor ha gia' costruito una nuova scarpa da calcio con le molle sotto almeno saltiamo in alto come i canguri....
Permettetemi di fare i complimenti al nostro grande direttore perche' e' sempre ottimista,con pochi punti raggiungiamo il gubbio e la serie B e' vicina.

Futuro del Monza

Nel prossimo futuro (domenica prossima o al max. domenica 27/02) assisteremo all'aggancio della Paganese e alla conquista dell'ultimo posto in classifica da parte del Monza.
Verdelli dirà comunque che abbiamo giocato bene e però abbiamo perso per colpa del gurdialinee, dell'arbitro e dei portieri avversari che, contro il Monza fanno prestazioni degne di finali di Champions League.
I giocatori che a Sorrento sono usciti dal campo con le lacrime agli occhi (lacrime di coccodrillo ?) non avranno più nemmeno le lacrime per piangere.
La dirigenza sarà impegnata a studiare qualche altra azione promozionale, dopo il Poker on line, la macchinetta del caffè e la crociera biancorossa, probabilmente arriveranno dei sexy gadgets biancorossi a marchio A.C. Monza Brinza 1912, oltre ad un'altra serie di articoli (casalinghi, articoli di cartoleria, accendini, chincaglierie varie, ecc.) appositamente studiati per celebrare il centenario di fondazione della società e la cui esclusiva di vendita sarà data ai vu cumpra che li promuoveranno su tutte le spiagge d'Italia.
Tutte le ns. speranze saranno aggrappate allo scontro diretto con la Paganese previsto per il prossimo 27 Marzo, in quell'occasione Verdelli potrà schierare tutta la parentela Seedorf al completo dato che Cedric avrà nel frattempo finito di svernare in Suriname e sarà in forma smagliante.
Per cercare di ritrovare la necessaria cattiveria sotto porta, gli attaccanti faranno un allenamento specifico : verranno liberati sul campo di allenamento del Monzello 4 Rottweiler a digiuno da un paio di giorni, gli attaccanti che riusciranno ad uscire dal campo avranno la necessaria cattiveria anche per la partita e non sbaglieranno nemmeno una occasione.
Comunque nonostante tutti gli sforzi dell'allenatore, del diretore sportivo, del direttore marketing, del team manager, del direttore amministrativo, del presidente e di tutto il comitato tecnico, alla fine la retrocessione sarà garantita (se prorio va bene potremmo disputare i play-out) dopo di che con la rosa di giocatori, i super-top-manager e le spese che abbiamo non ci saranno alternative al fallimento e il prossimo anno andremo allo stadio Ferruccio ad assistere all'incontro Seregno-Monza valevole per il campionato di serie D (sempre che quest'anno il Seregno non venga promosso in C2)

Rassegna stampa: articoli da il Giorno e la Gazzetta


domenica 13 febbraio 2011

CHE SCUSA OGGI AVRA' ?

Ma basta,ma basta,ma basta,dopo ogni sconfitta siamo qui Noi ad incazzarci e a mangiarsi il fegato,loro e LUI (perdelli) ad accampare scuse come ogni volta.Ma e' mai possibile che per una volta nella sua miserabile carriera di allenatore abbia il CORAGGIO DI DARE LE DIMISSIONI .
Sicuramente anche oggi prendera' una scusa qualunque per pararsi il culo,NOI TUTTI e lo ripeto ....spero TUTTI QUESTA VOLTA andiamo a monzello e con striscioni -urla-cori-ecc..chiediamo a lui e alla societa' di fare le valigie e andarsene a casa sua.
Cosa ne pensate ? ho dichiara che deve prendere ordini ...allora e' un discorso,altrimenti se e' tutta farina del suo sacco come dice lui ...allora e' un incompetente,quindi deve lasciare.

Risultati e classifica 23^ giornata

Como-Spezia 2-1
Lumezzane-Cremonese 2-2
Paganese-Spal 1-0
Pavia-Salernitana 1-2
Pergocrema-Bassano 1-2
Sud Tirol-Ravenna 1-2
Gubbio-Alessandria 1-0
Sorrento-Monza 1-0

Classifica:
Gubbio 48 punti;
Sorrento 41
Alessandria 36
Spal 33
Salernitana 35
Bassano 35
Reggiana 32
Ravenna 30
Cremonese 30
Lumezzane 30
Spezia 28
Verona 26
Como 25
Sud Tirol 25
Pavia 24
Pergocrema 22
Monza 19
Paganese 16

POVERI NOI...

Rassegna stampa: articolo da il Giorno

venerdì 11 febbraio 2011

ultimissime dal monzello

ma ragazzi ,non potevo credere ai miei occhi oggi,nei vari schemi effettuati tra difesa e attacco e quindi finalmente anche sulle palle inattive il grande nostro mister ha provato Alberti. Gia' il fatto di pensare di poterlo schierare tra i titolari mi viene il voltastomaco ....Se solo malauguratamente domenica sento che e' in campo vado veramente all'aeroporto con valanghe di pomodoro.....Lo ripeto per l'ennesima volta questo mister non sa da che parte iniziare....CHE NE PENSATE VOI?

giovedì 10 febbraio 2011

ultimissime dal monzello

ciao ragazzi oggi a monzello c'erano tanti bambini in prova dalle squadre di varie citta' intorno a monza,speriamo che tra questi venga fuori il nuovo Monelli-Massaro-Casiraghi-ecc...
La prima squadra si e' allenata al mitico stadio G.A. SADA sul sintetico in vista della insidiosa trasferta a Sorrento (sul sintetico) facendo un'amichevole con il roncalli ..in evidenza il bomber Ferrario autore di ben 6 reti e gol del redivivo Alberti.Li ho visti pimpanti e con tanta voglia di combattere su ogni pallone......CHE SIA LA SVOLTA...?sperem..a domenica 13-02 alle 1630 circa sapremo se per l'ennesima volta saremo qui a piangere e poi andare a prenderli in aeroporto con i pomodori o ad accoglierli a braccia aperte tributandogli i giusti meriti.

mercoledì 9 febbraio 2011

TESSERA DEL TIFOSO

voglio comunicare a tutte quelle persone che hanno fatto la tessera del tifoso che a monzello sono finalmente pronte,sono molto carine e fanno da bancomat ....basta avere i dane'...

martedì 8 febbraio 2011

ultimissime dal monzello

e cosa dire .....incaz...perche' non si allenano ? ma no ragazzi ,non arrabbiamoci piu' per questa societa',per questo presidente,per questi giocatori (almeno qualcuno SEMBRA ancora attaccato alla maglia) e per questo GRANDE ALLENATORE che dovunque e' andato non ne ha fatta una giusta.In tutta Italia il lunedi' i giocatori si riposano per poi riprendere con un certo ritmo dal martedi' ,solo al Monza essendo la squadra piu' forte del girone A di prima divisione le cose devono essere diverse,PERCHE? ma ......
sabato prima della partenza per bassano si sono allenati nel pomeriggio...PERCHE? ma....
vediamo domani come saranno carichi i ragazzi...

Dalla parte del Tifoso

Commenti e opinioni sulla settimana biancorossa, scritti da un tifoso per i tifosi, sempre e comunque dalla nostra parte.


Archiviata con la definizione di sufficiente la sessione invernale del mercato, la dolorosa perdita di Samb era da mettere in preventivo, Il Monza cerca, in quel di Bassano, la partita della svolta e invece trova quella dell'illusioni, perché fino alla mezzora della ripresa tutti ci siamo illusi che il nostro sciagurato campionato si potesse, in chiave salvezza diretta, riaprire, ma al contrario gli ultimi quindici minuti hanno messo una pietra tombale sulle nostre speranze.

Intanto il Gubbio, primo in classifica, sbanca Verona e ha più di un piede in serie B, alla faccia di quelle gestioni societarie che negli ultimi 20 anni ci hanno ripetuto che il problema del Monza siamo noi tifosi, che siamo troppo pochi, che Monza è una piazza fredda e non si merita il calcio che conta, il bello che, quasi quasi, a furia di sentircelo dire, ci crediamo anche noi.

Al contrario, mentre le varie società da Giambelli a Begnini per finire con l'ex amministratore delegato Rossi incolpavano, per coprire la loro incompetenza e in taluni casi malafede, noi tifosi, il Chievo faceva in pianta stabile la serie A, l'Albinoleffe i play off della B così come il Sassuolo e il Cittadella, il Novara e il Varese venivano promose e ora primeggiano in B e, per finere, il Sorrento e il Bassano lottano per andare ai play off, solo per citare, senza l'aiuto degli almanacchi, alcuni casi che mi vengono in mente.

Ebbene, ora che facciamo? Il tempo delle cotestazioni, almeno di quelle propositive, si è chiuso con il mercato, si sarebbe tentati di mandare tutto e tutti a ... quel paese... e, invece, dobbiamo, nonostante tutto, crederci ancora, perché la salvezza si può artigliare anche all'ultimo minuto di recupero del ritorno dei play out e l'anno dopo, magari con una nuova società, ripartire tutti alla pari, come ha dimostrato l'odiato pisa (naturalmente minuscolo) che proprio l'anno prima di scipparci la B si era salvata con un goal all'ultimo minuto disponibile dello spareggio play out con la Massese.

Noi siamo rimasti in pochi, anzi pochissimi, ma irriducibili, perche, dal più assiduo che non si perde una trasferta a chi perché schifato viene al Brianteo solo una volta l'anno, per tenere ancora al Monza dobbiamo proprio averlo nel cuore.

Rassegna stampa: articoli da il Giorno e il Giornale di Monza



lunedì 7 febbraio 2011

considerazioni personali

premesso che mister Verdelli non mi e' mai piaciuto,sarei curioso di sapere da lui delle semplici risposte a domande fatte da me e penso condivisi da molti...e cioe'...
1 perche' una volta passato in vantaggio tutti in difesa fin dal primo minuto del secondo tempo
2 perche' togliere una punta che comunque faceva restare il difensore fermo li',invece fuori Masini il centrale non avendo piu' nessuno da curare si e' portato in avanti facendo una doppietta.
3Oulembo fino a giovedi' non si e' allenato per problemi muscolari in conpenso era in panca e poi e' entrato
4Chemali partita bellissima domenica scorsa ora in panca e' entrato ad un minuto della fine
5 Campinoti e' da una vita che non giocava,ieri in campo in un ruolo non suo dopo 10 minuti era morto in piedi.
sarei felice che qualche giornalista facesse queste semplici domande al mister o meglio ancora che lui stesso rispondesse.
Perche' non dare le dimissioni caro Verdelli ?

Rassegna stampa: articoli da il Giorno e la Gazzetta


domenica 6 febbraio 2011

ennesima sconfitta

purtroppo, anche con i nuovi acquisti per il nostro monza non c'e' stato nulla da fare,siamo riusciti a passare in vantaggio con Masini e poi subito il pareggio e poi all'83 dopo che mister Verdelli fa sostituzioni per difendere il pareggio subiamo il gol della sconfitta.Anche oggi un Seedorf doveva giocare quindi sconfitta assicurata.....ciao alla prossima....

Rassegna stampa: articoli da il Giorno e la Gazzetta


giovedì 3 febbraio 2011

BOYS BASSANO '05

Con l'entrata nel professionismo calcistico e stanchi di assistere alle partite del Bassano Virtus prevalentemente in modo passivo, nel novembre 2005 un gruppo di ragazzi decide di dar vita al gruppo Boys Bassano 05. L'intento principale è da subito quello di portare un sostegno costante alla squadra in campo e cercare di portare una mentalità diversa e più giovanile allo stadio; quest'ultima è anche la motivazione principale sulla quale si basa la scelta del nome Boys.

Per darsi una maggiore identità, il gruppo decide di stabilire ed attenersi a dei principi fondamentali; questi, in estrema sintesi, possono essere identificati nei seguenti punti: Presenziare sempre:nonostante le difficoltà date da un numero di componenti esiguo, si dovrà cercare di essere sempre presenti durante le partite che vedranno impegnata la Virtus;
Autofinanziamento: ogni cosa, dalle trasferte al materiale prodotto, è realizzata senza il sostegno economico di altre persone o istituzioni. Il ricavato del materiale prodotto, come ad esempio le sciarpe, serve unicamente per il finanziamento di una “cassa” comune fondamentale per la produzione di nuovo materiale o per sostenere trasferte particolarmente impegnative. Nessuno guadagna nulla dall'attività del gruppo, tutt'altro. A spese nostre, a modo nostro!
Autogestione: nessuno ci dice quello che (non) dobbiamo fare; ogni nostra scelta nasce da una motivazione e da una decisione presa in settimana durante le riunioni, alle quali può partecipare chiunque. Non saremo mai lo strumento di qualcuno, siamo del tutto liberi ed indipendenti di decidere ciò che riteniamo più giusto, sia per il gruppo che per la squadra.
Ultras no politica: allo stadio la politica non la vogliamo, non perché non ci interessa ma semplicemente perché la politica disunisce un gruppo accomunato da ben altra passione. Tra di noi c'è chi vota destra, sinistra e chi non gli frega nulla, ma i Boys Bassano 05 non dovranno mai esprimere una preferenza verso uno schieramento politico.

Rassegna stampa: articoli da MBnews il Giorno





mercoledì 2 febbraio 2011

Web cronaca Bassano - Monza

La webcronaca della prossima partita del Monza in quel di Bassano la si può seguire accedendo direttamente al sito internet del Bassano Virtus all'indirizzo sotto riportato :

http://www.bassanovirtus.com/home.html

martedì 1 febbraio 2011

Paolo Galbiati, un personaggio controverso ma in buona fede.

Domenica pomeriggio senza calcio per noi del Monza Brianza. Avevo in mente di andare al pala Candy a vedere l'acqua paradiso Monza giocare. Poi però ho cambiato programma. Mi sono diretto in centro, via Italia per l'esattezza. Dopo i primi convenevoli, camminando lentamente in modo da poter parlare, ci siamo ritrovati all'altezza del Duomo di Monza. Io e Paolo ci siamo infilati in un bar. Ad un tavolino, di fronte un succo di frutta per lui, una birra e patatine per me, ci siamo raccontati i nostri trascorsi. Le nostre esperienze da tifosi. Infine, spinto dalla curiosità di sapere e soprattutto di capire, ho affondato il colpo facendogli alcune domande dirette.


Una premessa: con questo articolo non voglio prendere ne le difese di Paolo, ne colpevolizzarlo. Mi è interessato fin dall'inizio capire cosa ci fosse dietro ad un personaggio, che ha fatto parecchio con sport Monza e che, però, è stato oggetto di pungenti critiche da alcuni tifosi biancorossi(soprattutto su alcuni forum). In pratica, il mio obbiettivo è dare una testimonianza diretta di ciò che è sembrato a me personalmente Paolo Galbiati.


innanzi tutto ci tengo a puntualizzare, che nonostante le mie domande dirette, non ha mai perso la calma, segno di padronanza e sicurezza. Ho notato il suo modi di parlare sincero e diretto anche quando si è trattato di ammettere i suoi errori. Ricordo questo passaggio, pronunciato senza alcun tono critico, ma per certi versi dispiaciuto:


"Al di là dell'allungamento dell'inchiesta il sottoscritto ha sempre mantenuto ogni promessa e pagato di tasca propria ogni singolo servizio offerto senza mai chiedere in cambio nulla a nessuno. Si informino sul loro portale preferito che continua a prenderli seriamente per i fondelli: lì avranno radiocronache professionali, trasferte coperte e video ... sempre ! Per quanto mi riguarda sono deluso ... finirò questa inchiesta e con il Monza tornerò ad essere semplice tifoso, perché è ciò che merita tutta questa gente ... e come detto ... L'asino si accorge di aver perso la coda solo quando arrivano le mosche ..."


Ricordo di avergli chiesto a questo punto: Se consideri il fatto che l'inchiesta annunciata non è ancora uscita e a questo aggiungi la promessa delle dirette radio delle trasferte, poi sospese, non pensi che sia in un certo senso legittimo il risentimento di alcuni tifosi, manifestato ad esempio sul forum di Monza news?


"L'inchiesta semplicemente è ancora in fase di stesura. Essendo solo, non riesco a dedicare tutto il tempo che vorrei con la passione che ho dedicato mettendo a disposizione gratuitamente le radiocronache. Siamo stati i primi a fornirle. In questo campionato le dirette sono state fatte, le prime due, poi per protesta non si è voluto proseguire. Non ritengo uno metro di misura pertinente e valido in fatto di "umore popolare" le discussioni di quel forum perchè rappresentano solo la minima parte del popolo biancorosso. Durante la protesta ho ricevuto moltissime email di stima e di affetto contemporaneamente alle chiamiamole "lamentele pilotate" ..."


Personalmente penso, che Paolo abbia fatto un unico errore, quello di annunciare un'inchiesta che non era sicuro di poter presentare visto il parecchio lavoro da fare. Per il resto, la scelta di sospendere le dirette, per quanto "discutibile" rimane comunque una scelta che va rispettata; visto che comunque è stata una decisione presa con l'ormai scomparso Ficara.
Per'altro posso aggiungere, che Paolo Galbiati ci ha proposto di usufruire dei sevizi da lui pagati, diritti compresi, per trasmettere i filmati dell partite del Monza e le radiocronache. Siamo stati noi a rifiutare, per via del fatto che siamo "tifosi" impegnati durante la settimana dal proprio lavoro e di conseguenza non eravamo sicuri di riuscire a sfruttarne l'occasione.
Concludendo, personalmente mi sono fatto un quadro di Paolo galbiati come persona sicuramente in buona fede, che ha commesso alcuni errori, ma chi di noi non ne fa?


Spero che Paolo Galbiati, all'oscuro della pubblicazione di questo articolo, mi perdoni per aver approfittato del nostro breve incontro per arricchire le pagine di questo blog! Andrea.

Dalla parte del Tifoso

Commenti e opinioni sulla settimana biancorossa, scritti da un tifoso per i tifosi, sempre e comunque dalla nostra parte.


Complice il turno di riposo mi sono chiesto il perché del flop della stagione in corso, paragonando la a quella passata, che avrebbe dovuto essere d'assestamento.
I partenti Eramo e Viola erano stati sostituiti degnamente da Campisi e Ferrario, la rosa più ampia assicurava una più facile gestione di infortuni e squalifiche e invece ...
Le ragioni del tracollo vanno ricercate nella miope politica societaria incapace d'individuare quali fossero stati gli uomini chiave della passata stagione.

Roberto Cevoli: il lavoro del vituperato tecnico sammarinese va a posteriori rivalutato, capace, in un ambiente di lavoro difficile, di dare unità al gruppo e un gioco alla squadra a lui più che gli errori d'inesperienza sono costate le panchine e le tribune dei due cugini olandesi.
Il suo prematuro accantonamento ha dato un segnale negativo a tutto l'ambiente, che si era a poco a poco compattato intorno al Mister.
Andrea Fiuzzi: pupillo di Cevoli, era stato il perno della difesa e l'uomo in più in impostazione a centrocampo, proprio lui è il giocatore che più ha risentito dell'esonero di Cevoli e del conseguente cambiamento di modulo, il buon Fiuzzi difficilmente, anche in caso di salvezza, rimarrà con noi, dando così modo ai "criticoni" di evidenziare i difetti oggettivi del giocatore senza però collocarli nel miserrimo contesto della penultima in classifica di una 1° divisione solo lontana parente della C1 di qualche anno fa.
Daniele Prato: il mediano tascabile dai 7 polmoni era stato una lieta sorpresa, ridando, nel girone di ritorno, linfa ad un centrocampo orfano di Zebi.
Il premio per tutto ciò? Numerose Tribune causate dalla difficile collocazione nel rombo de petrilliano ma soprattutto dall'errata scelta del "tutor".
Vincenzo Iacopino: al capitano è stato chiesto di giocare praticamente ovunque per tappare i buchi d'organico, mentre la sua posizione era indegnamente occupata, lui ha sempre risposto presente tirando la carretta e dando un contributo enorme alla causa, ma, alla fine ... si è rotto i ...
Amadou Samb: Il nostro miglior attaccante, che molto spesso a fatto reparto da solo, veniva ripagato prendendo un decimo, o poco più, di altri raccomandati, che rendevano un decimo, o anche meno, di lui.
I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ciao Amadou, buona fortuna e grazie per le belle parole dedicate sicuramente solo a noi tifosi.

Ora tocca a Corrado Verdelli, pragmatico lodigiano, tirare le fila e ricucire gli strappi, per far ciò sarà costretto a scelte impopolari agli occhi di chi comanda, bisognerà verificare che valore dà alla sua dignità di professionista.
Noi, da chi come lui ha vestito la maglia del Monza (quello vero) che almeno in serie C era una corazzata inffondabile, ci aspettiamo molto, ci aspettiamo un mezzo miracolo.

Rassegna stampa: articoli da il Giorno e il Giornale di Monza